Italiano Francais
 

Cerca
 
 

 
 
 


Sicad Group Home page    Cos'è un nastro adesivo    Utilizzo e conservazione


Dopo aver scelto il nastro adatto alle caratteri­stiche applicative richieste (tipo di superficie, applicazione temporanea o permanente, ecc.), è necessario attenersi alle seguenti indicazioni:
 

Temperatura

I nastri autoadesivi normalmente devono essere utilizzati in condizioni di temperatura  compresa tra i 15 e i 25 gradi centigradi, con umidità relativa preferibilmente non superiore al 65%; anche le superfici o gli oggetti su cui deve essere applicato il nastro devono essere il più possibile coerenti con i predetti limiti. Tutti gli impieghi in condizioni diverse da quanto indicato possono portare a variazioni delle caratteristiche dei prodotti e alterare le loro prestazioni.


Ambiente

I nastri autoadesivi devono essere utilizzati in condizioni ambientali controllate, si deve pertanto conoscere il luogo dove avverrà l'uso e la conservazione dei materiali adesiviz­zati. Un'attenzione particolare va posta alla temperatura, agli sbalzi termici, all'umidità ed all'eventuale esposizione agli agenti atmosferici; inoltre, condizioni ambientali come l'esposizione alla luce, all'ozono e all'acqua di mare possono provocare una degradazione accelerata dei prodotti.

 

Prescrizioni per una corretta conservazione

 

I nastri autoadesivi sono soggetti a modifiche nel tempo delle proprie caratteristiche estetiche, fisi­che e prestazionali. Tali variazioni, che avvengono anche per invec­chiamento naturale, possono essere accelerate da specifici fattori contingenti o da una combi­nazione degli stessi. Nei paragrafi successivi sono descritte alcune precauzioni da adottare per preservare al meglio e nel tempo l'integrità degli articoli o, come minimo, per mantenere entro limiti di accettabilità il deterioramento cui sono sog­getti.

 

Modalità di conservazione: durata e condizioni ambientali

 

Le caratteristiche funzionali dei nastri autoade­sivi vengono mantenute per un periodo di tempo che generalmente non è inferiore a 12 mesi, salvo prescrizioni specifiche previste dal produttore. In tale periodo, è opportuno che la temperatura di stoccaggio sia compresa tra i 15 e i 25 gradi centigradi, con umidità relativa preferibilmente non superiore al 65%. È inoltre opportuno evitare l'esposizione diret­ta a fonti di calore e di luce. I prodotti, eventualmente stoccati a temperatu­re inferiori a quanto sopra indicato, prima dell'utilizzo devono essere ricondizionati, ovverosia portati alle temperature prima evidenziate, per il tempo necessario affinché lo siano omo­geneamente. Sono da evitare condizioni ambientali estreme, quali variazioni termiche repentine, temperature molto elevate o ridotte, umidità eccessive, ecc.
 

Funzionalità degli imballi
Ai fini di una migliore conservazione dei nastri, è opportuno che essi siano mantenuti all'interno degli imballi originali: in questo modo si può evitare l'esposizione diretta alla luce solare o a fonti luminose, che agiscono negativamente sulle caratteristiche estetiche e prestazionali. È altresì opportuno che i nastri non vengano conservati a diretto contatto con il suolo utiliz­zando allo scopo strutture quali scaffalature o gli stessi bancali impiegati per la movimentazio­ne. Il mantenimento della conformità dell'imballo esterno è certamente un buon indice di corretta conservazione anche del nastro contenuto. Nello stoccaggio, sarebbe meglio non sovrap­porre le confezioni in numero eccessivo poiché il peso può determinare deformazioni perma­nenti non solo sull'imballaggio esterno, ma anche sui prodotti in esso contenuti.




 
cos'è un nastro adesivo